Blog

Homeweb marketing strategieLa local Seo dopo l’avvento di Google Pigeon
Pigeon updatePigeon update

La local Seo dopo l’avvento di Google Pigeon

Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Da quando Google ha rilasciato un nuovo algoritmo per fornire risultati di ricerca locali più pertinenti, cioè Google Pigeon, il mondo delle attività commerciali locali ha subito molteplici cambiamenti. Per chiunque possieda o gestisca un’attività localizzata riuscire a sfruttare in modo adeguato la local seo potrebbe rivelarsi decisivo.

Il nome Pigeon deriva da un vecchio pesce d’aprile di Google che annunciava un nuovo sistema di ranking basato sui piccioni.

Ecco che molti anni dopo questo pesce d’aprile, il temuto algoritmo è arrivato! Prima di tutto occorre precisare che gran percentuale del posizionamento resta nelle mani della seo tradizionale, e quindi delle attività on page in primo luogo, seguita da backlink e dall’ottimizzazione off page anche quando si parla di Local Search e di Google Pigeon.

La local seo post Pigeon: cosa cambia?

Da quando questo nuovo algoritmo ha fatto la sua entrata in scena, un quartiere o una specifica zona cittadina risulta essere più importante della città stessa. Cioè l’area di ricerca si è ridotta. Cosa significa?

Significa che sarà opportuno posizionarsi in base al nome del quartiere e per tutti gli eventuali diversi modi in cui il quartiere viene identificato a seconda che la ricerca venga effettuata da un abitante del posto o da un turista. Le novità non finiscono qui.

Dopo l’avvento di Pigeon non tutte le directory apportano lo stesso beneficio, ma solo quelle a loro volta ben posizionate e quindi ritenute di un certo valore secondo Google come ad esempio Pagine Gialle. Sarà pertanto opportuno iscriversi solo a queste directory. Ovviamente esistono anche directory settoriali, in tal caso occorre scegliere quelle che troveremo tra i primi risultati di ricerca localizzata.
Da quando Google ha acquisito Youtube, anche l’importanza dei video è ridimensionata a livello locale. Oggi i video su youtube vengono mostrati direttamente nei risultati di ricerca e per le loro qualità intrinseche essi sono capaci di attirare l’attenzione dell’utente in percentuale superiore rispetto ad un post scritto.

La local Seo dopo Pigeon: cosa resta uguale

Inserire indirizzi e riferimenti locali permettono a Google di capire che l’azienda esiste ed ha una sede reale in città, ciò servirà a conquistare punti agli occhi di big G. In ultimo ma non per importanza non si può non nominare Google Places. Ogni attività locale dovrà sempre creare una scheda su Google places che è uno strumento creato dalla stessa Google e come tale di una discreta rilevanza nei risultati di ricerca anche in seguito all’arrivo di Pigeon.

 

 

 

1479

Informazioni su

Estensa è un’agenzia web specializzata nella progettazione e realizzazione di applicazioni internet complesse