Blog

Homee-commerceE-commerce: Suggerimenti per aumentare le vendite di una pagina prodotto
Ecommerce SuccessoEcommerce Successo

E-commerce: Suggerimenti per aumentare le vendite di una pagina prodotto

Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Se il sito di e-commerce è il vostro negozio, la pagina-prodotto è la “vetrina” che si affaccia sulla strada dove prima o poi i tuoi clienti passeranno, quindi se realizzata correttamente aumenterà il numero di persone che da semplici visitatori si convertiranno in acquirenti.  Per tale motivo è bene che, innanzitutto, contenga tutte le informazioni necessarie affinché un acquirente possa decidere se acquistare o meno il prodotto, ma ciò non basta.

Ecco alcuni accorgimenti da prendere per migliorare la user experience e aumentare le conversioni di una pagina-prodotto:

  •  Recensioni degli utenti

Aggiungere alla pagina prodotto le recensioni degli utenti è un ottimo modo per aumentare le conversioni in quanto esse da un lato dimostrano ai potenziali nuovi acquirenti che il prodotto è già stato acquistato, dall’altro informa gli stessi sulle opinioni di chi ha già acquistato. Le statistiche dimostrano che l’88% degli acquirenti legge sempre le recensioni prima di fare un acquisto, e il 60% dei consumatori è più propenso ad acquistare prodotti da negozi online dove ci sono le recensioni dei clienti. Uno studio di Reevoo ha dimostrato, inoltre, che 50 o più recensioni per un singolo prodotto possono accrescere la conversione del 4,6% e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

  •  Up e Cross-selling

Il cross-selling è la vendita di diversi prodotti allo stesso cliente, mentre l’up-selling è la vendita di quantità sempre maggiori di uno stesso prodotto ad uno stesso cliente. E’ provato che mostrando ai potenziali clienti il messaggio “I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche…” è possibile aumentare il volume del carrello di spesa nonché incoraggiarli ad acquistare beni più costosi. Gli studi di Predictivelntent dimostrano che l’up-selling aumenta la crescita delle vendite aggiuntive del 4%, mentre il cross-selling  aumenta le vendite complessive del 3%.

  •  Immagini del prodotto grandi e di alta qualità

Le immagini saranno il volto dei vostri prodotti, per questo immagini grandi e di alta qualità avranno un impatto positivo sulle vendite e ridurranno la percentuale di restituzione della merce.  E’ importante per il cliente avere l’impressione di poter vedere e toccare il prodotto  per sopperire al fatto che in realtà non può né provarlo né sentirlo prima dell’acquisto. Perciò spesso i negozi online ricorrono alla tecnica di ingrandimento  automatico dell’immagine al passaggio del mouse.

  •  Visione a 360° del prodotto

In genere tutti i negozi online offrono ai clienti una immagine statica dei prodotti, sono pochi quelli che ne offrono una a 360°. Aggiungere questa opzione al proprio shop aumenta la conversione del 20% e riduce il numero di fallimenti.

  •  Pulsanti Call to Action

E’ importante inserire sul sito grandi pulsanti call to action per attirare l’attenzione del consumatore e  incoraggiarlo all’azione successiva. I pulsanti dovrebbero essere posizionati dove è più probabile che venga conclusa l’azione, chiari e incisivi nel testo.

  •  Share Button

I pulsanti di condivisione social possono essere particolarmente utili per accrescere il proprio pubblico, perché permettono in un solo click la condivisione del prodotto con un pubblico più vasto. L’importanza di questi pulsanti di condivisione cresce di pari passo con i social network.

  •  Video recensioni Merci

La video-recensione di un prodotto può giovare molto alle vendite, perché permette al cliente, che non può né toccare né sentire un prodotto, di averne un’idea più chiara e di vederlo in diverse angolazioni. Le video-recensioni hanno, difatti, aumentato le vendite del sito Zappos.com dal 6% al 30%.

  •  Visualizza sempre le informazioni di consegna e restituzione merci

Le informazioni sui tempi di consegna e termini di pagamento sono fondamentali nella decisione d’acquisto di un consumatore. Quando i termini di consegna sono poco chiari, il costo alto e le condizioni di resi e cambi complesse, è probabile che la maggior parte dei potenziali acquirenti finisca per non acquistare il prodotto, o acquistarlo su un altro sito. E’ necessario inserire queste informazioni in modo semplice e chiaro nella pagina-prodotto, o in una collegata cosicché il consumatore possa facilmente consultarle. Un recente studio di comScore ha evidenziato che le modalità di consegna e restituzione di merci sono spesso i servizi che generano meno soddisfazione nei clienti. Infatti alla domanda: “Che cosa vorresti migliorare dello shopping online?” Il 58% ha risposto la spedizione, mostrando una certa propensione per i siti che offrono la spedizione gratuita, o ad un prezzo più basso rispetto ad altri, e il 55% ha affermato di rinunciare all’acquisto qualora il prezzo totale dell’ordine risulti di molto superiore all’importo previsto proprio a causa del costo da pagare per la spedizione.

  •  Descrizione dettagliata delle merci

La pagina-prodotto deve rispondere a tutte le domande che il cliente può porsi, in caso contrario il cliente potrà cercare risposta alle sue domande irrisolte altrove, al di fuori del vostro sito. Un errore comune è quello di copiare la descrizione del prodotto senza scriverla in un’ottica di soddisfazione del cliente, perdendo per di più l’opportunità di aggiungere un tocco di personalizzazione e originalità al testo, che può aiutare il vostro sito non solo a non annoiare il consumatore ma anche a migliorare nei risultati di ricerca.

  •  Informazioni sulla disponibilità del prodotto

E’ importante mantenere sempre aggiornato il sito sulla disponibilità di un prodotto, perché è seccante per un consumatore inserire un prodotto nel carrello per poi scoprire che manca in magazzino. A tal proposito Boden ha realizzato sul proprio sito di e-commerce un formato a griglia che permetta al consumatore di capire subito quali colori e varianti del prodotto sono presenti in magazzino, e nel caso in cui il prodotto che il consumatore desidera non è al momento disponibile in magazzino, egli potrà ottenere informazioni su quanto tempo bisognerà aspettare prima che torni reperibile. Questo è un ottimo modo per ridurre il numero di ordini annullati nonché le probabilità che il consumatore selezioni un prodotto che non è in magazzino.

Se vi interessa approfondire l’argomento, partecipate ai nostri corsi di e-commerce strategies.

1660

Informazioni su

Estensa è un’agenzia web specializzata nella progettazione e realizzazione di applicazioni internet complesse