Blog

Homeweb marketing strategieCome misurare il ROI sui Social Network
Misurare il numero ROIMisurare il numero ROI

Come misurare il ROI sui Social Network

Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Spesso le aziende non sono disposte ad investire sui social network, perché non credono nel loro rendimento in termini monetari.

Sarà difficile da credere ma invece i social possono rendere molti soldi se utilizzati nel modo giusto.

Il primo trucco è usare la creatività! Sia nel caso di un semplice post che di una più complessa campagna, gran parte del successo dipende dalla creatività del progetto. La creatività serve per attirare l’utente e portarlo sul sito, ma non finisce qua! E’ vero che poche volte queste visite si trasformano poi in un acquisto diretto.

Tuttavia, se questi stessi visitatori tornano il giorno dopo o due settimane dopo sul sito e decidono di fare un acquisto, non sarebbe tale acquisto per il cliente un rendimento per l’azienda generato dal social network?

Ebbene sì, i social possono generare dei ritorni economici. Ciò che conta è trovare una strategia per misurare il ritorno dei social media sugli investimenti (ROI).

Perché misurare il ROI?

Il ROI è la prova che le attività di marketing che state svolgendo sono più o meno utili. E’ importante misurarlo per capire se la strategia adottata è giusta, se occorre proseguire in una certa direzione o è meglio apportare dei cambiamenti. Un’azienda calcola regolarmente il suo ritorno sugli investimenti ma nel mondo del web, bisognerà tener conto di fattori estranei alla realtà offline che ora andremo ad analizzare.

 Vediamo i quattro passi per una efficace misurazione del ROI.

  • Impostare una Social Media Strategy

Il ROI può essere misurato in diversi modi: attraverso acquisizione di nuovi clienti, lead generation, i click, le entrate ecc. Tutto dipende dagli obiettivi che si vogliono raggiungere. Prima di poter monitorare e misurare il ROI, è necessario fissare gli obiettivi in modo da sapere quali sono i fattori da prendere in considerazione. Se l’obiettivo è acquisire nuovi clienti o generare un aumento della domanda, il ROI si misurerà in base al numero di richieste di informazioni, di appuntamenti o anche di preventivo.

  • Scegliere le piattaforme giuste

Gli obiettivi di social media e le strategie conseguenti devono essere allineati con le piattaforme utilizzate. Alcune categorie di utenti si trovano principalmente su Twitter, altre su Facebook, Pinterest o Instagram. Bisogna capire dove il proprio pubblico trascorre il suo tempo per avere successo.

  • Monitorare le campagne

È necessario tenere traccia del tempo trascorso, del costo degli annunci, delle campagne effettuate. Per fare ciò esistono una serie di strumenti come Socialbakers, HootSuite (che non è solo per la programmazione), Social Mention (che consente di monitorare il sentimento, tra le altre cose) e bitly (che consente di personalizzare i link accorciati in modo da poter tenere traccia di tutto ciò che si condivide). Bisogna poi determinare i risultati di ogni attività svolta ricorrendo a strumenti come Google Analytics oppure UberVU.

  • Verifica dei risultati

Una volta raccolti tutti i dati statistici visti sopra, è possibile calcolare il ROI e determinare quanti risultati sono stati raggiunti per ogni risorsa impiegata così da capire che cosa ha funzionato e cosa no.

Come si misura il social media ROI con Google Analytics?

Google Analytics è uno degli strumenti di google più utile qualora si voglia determinare il social media ROI. La sua utilità deriva prima di tutto dalla sua capacità di identificare un utente che visita il sito da un social network nella sezione Acquisizione > Canali > Social. In questa sezione possiamo sapere quanti utenti sono giunti sul sito tramite ogni singolo social network (facebook, google plus ect).

La prima cosa da fare sarà segmentare questi utenti in base ai nostri interessi. Cliccando sul tasto “Aggiungi un segmento” in alto a destra sarà possibile evidenziare chi tra gli utenti giunti sul sito tramite il social ha eseguito una certa azione, per esempio “Ha effettuato un acquisto” oppure “Ha effettuato una conversione” o “Si è collegato da smartphone” ect. Selezioneremo il segmento che più ci interessa cliccando poi il tasto “Applica”. Ipotizziamo di aver scelto il segmento “Ha effettuato un acquisto”, a questo punto possiamo vedere quanti degli utenti giunti sul sito da facebook o da google plus o da twitter hanno acquistato.

A questo punto occorrerà raccogliere i dati che Google Analytics ci mette a disposizione, confrontarli con gli obiettivi che ci siamo prefissati e calcolare il ROI.

Qual è la formula per calcolare il social media ROI?

Il ROI non è altro che il ritorno di un investimento, non è altro che un acronimo per indicare la formula tradizionalmente usata per calcolare la profittabilità del capitale investito. E’ un indice di bilancio utilizzato normalmente da un’azienda e prettamente finanziario composto dal profitto lordo meno il costo dell’investimento al numeratore e il costo dell’investimento al denominatore.

Se il nostro obiettivo è sapere quanti acquisti sono stati effettuati tramite facebook, il ritorno sull’investimento dovrà essere così calcolato: acquisti effettuati dagli utenti giunti da facebook (individuabili con google analytics) meno costo dell’investimento (quanto abbiamo speso per promuovere il post su facebook)/ costo dell’investimento.

Voi invece quali strumenti e report trovate più utili?

2700

Informazioni su

Estensa è un’agenzia web specializzata nella progettazione e realizzazione di applicazioni internet complesse